Italian American Women Writers / Scrittrici Italo Americane

 

Italian American Women Writers / Scrittrici Italo Americane
 Lawrence Alma-Tadema, Sappho and Alcaeus,1881
 
Lawrence Alma-Tadema "Sappho and Alcaeus" (1881)
 
ITALIAN AMERICAN WOMEN WRITERS    ---   SCRITTRICI ITALO AMERICANE

 

On the occasion of the exhibit on women in 2006, using documents belonging to the archive of the Coordination for the Self-Determination of Women in Catania, I have personally curated a display on feminist collectives at the AS/CT. The feminist collective grew out of diverse experiences and were recognized as a site where women created culture shaped by their thoughts and attitudes, mapping out an authentic cultural journey that was independent from an organizational standpoint and inventing new structures and forms of cultural work.

 This experience was characterized by interest,curiosity, and desire to pursue research. Through documents, it has been possible to expose the new generations to the ideas of that movement and the strong personalities of women who have had an impact on public debates. It was inevitable, on the occasion of the exhibit, to draw a comparison with the contemporary situation in which the capacity to propose new ideas in social and political contexts struggles to find suitable spaces and, when such spaces are found, it is often impossible to establish a productive dialogue with other entities. Thanks to the generosity of Italian American women writers who have donated their works, a display titled Dire l’indicible: il memoir delle autrici italo americane  has been devoted to a literary genre then little know in Italy, the memoir, with the intent of making it known to scholars.

In this context we have created a section called I.A.W.W. (ITALIAN AMERICAN WOMEN WRITERS). We have relied on the precious collaboration of the librarian of our institute, Doctor Giovanni Miraglia, who, besides creating the section itself within the library of AS\CT has also catalogued individual volumes, scrupulously following the REICAT (ITALIAN RULES FOR CATALOGUING) and using Sebina.


 The section collects the beautiful and important works donated by the writers with whom Professor Edvige Giunta put me in touch. The section thus contributes to the institution of the new and original bibliographic thread at the library of the State Archive in Catania. The catalogue is now online to be used for research and information. The volumes themselves can be consulted in the study room but cannot be loaned for home consultation.

 

In occasione di una mostra sulle donne nel 2006, con documenti appartenenti interamente all’archivio del Coordinamento per l’autodeterminazione della donna di Catania, ho personalmente curato in Archivio una bacheca sui collettivi femministi: momento sorto da diverse esperienze e riconosciuto come un luogo dove le donne hanno creato cultura senza aver perso le loro modalità di pensiero, di sensazioni, costruendo un vero e proprio percorso organizzativo autonomo, inventando strutture e nuove forme di lavoro.

 Interesse, curiosità e stimolo alla ricerca hanno caratterizzato questa esperienza in quanto, attraverso la documentazione è stato ed è possibile far conoscere alle nuove generazioni gli ideali di quel movimento e la forte personalità di donne che hanno saputo incidere nel dibattito pubblico; inevitabile, in quell’occasione, è sembrato il confronto con la situazione odierna in cui la capacità di proporre nuove idee in ambito sociale e politico stenta a trovare spazi di affermazione e, quando li trova, spesso non riesce a instaurare un proficuo dialogo con altre realtà. Grazie alla generosità di scrittrici italo-americane che si sono adoperate per farci pervenire in dono le loro opere, è stata dedicata una bacheca - dal titolo Dire l’indicibile. Il memoir delle autrici italo americane - a un genere letterario ancora poco conosciuto in Italia, il memoir, con l’intento di promuoverne la conoscenza e la diffusione al pubblico degli studiosi.

 In tale direzione si inserisce anche la creazione della sezione denominata I.A.W.W. (ITALIAN AMERICAN WOMEN WRITERS) per la cui costituzione è stata preziosa la collaborazione del bibliotecario del nostro Istituto, dott. Giovanni Miraglia che, oltre a creare la sezione stessa nell’ambito della Biblioteca dell’AS/CT, ha catalogato i singoli volumi, osservando scrupolosamente le REICAT (Regole italiane di catalogazione) e lavorando in ambiente informatico Sebina.

La sezione raccoglie dunque le belle ed importanti opere donate dalle scrittrici con cui la prof.ssa Edvige Giunta mi ha messo in contatto, contribuendo così alla istituzione di un filone bibliografico del tutto inedito ed originale presso la Biblioteca dell’Archivio di Stato di Catania. E il cui inventario offro ora on line, ad ogni buon fine di ricerca e di stimolo intellettuale. Precisando che i volumi sono consultabili presso la nostra Sala di Studio, con esclusione del prestito a casa.

Donatella Psaila

Catalogue / Inventario